Fotografia, scrittura di luce 21 - Pierina Gallina news

Fotografia, scrittura di luce 21

Fotografia, scrittura di luce 21

23  luglio 21: Codroipo (Ud)

Fotografare è scrivere, con la luce. Fotografia è un’arte che comunica, sempre, con la delicatezza e l’eleganza che le appartiene.

La gratuità delle emozioni si è fatta patrimonio di raro pregio in un evento   –  presentato da Maurizio Gazziero e realizzato in collaborazione con il Comune di Codroipo  –  dove 22 fotografi  si sono  svelati, sotto a un tetto di stelle, concedendosi senza filtri e rispondendo alle domande: “Come è nata la passione per la fotografia – Cosa provi quando scatti – Che scopo dai alla fotografia?”Maurizio Gazziero

Protagonista dell’evento è stato il Circolo Fotografico Codroipese, nato nel 1985 da un’idea di Pierino Gori e Giampaolo de Paulis. Ora è capitanato da Paola Toniutti, presidente.

Ecco i fotografi:

Angelo Cudin: “La mia passione è nata alle Pozze Smeraldine, non molto tempo fa. Quando scatto provo meraviglia e vorrei che le mie foto fossero un ricordo per il domani”.

Ashley Castellano: “ Le emozioni che provo quando scatto sono amore, Felicità, Arte pura, Monito per ciò che stiamo perdendo. Provo rispetto per ciò che fermo nello scatto”.

Astrid Tomada: “ Fotografare è catturare un frammento di vita, è scrivere la Vita con la luce”.

Claudio Zamparini: “ La mia passione è nata negli anni 70. Lo scatto permette di osservare il mondo naturale e il mio desiderio è condividerne l’emozione”.

Costanza Duria: “ Voglio far parlare la foto per me. Con lo scatto cerco di trovare particolari che altri non  notano e desidero comunicare con semplicità e autenticità”.

Danielle Strucely: “ La foto è vivere l’attimo presente. Mio desiderio è migliorarmi, sempre”.

Flavio Franzolini: “ Ho sempre avuto passione per la fotografia, come viaggiatore. Lo scatto è la risposta automatica alle emozioni. Con la foto rivivo sensazioni che avrei rischiato di dimenticare”.

Francesca Tonasso: “ Fotografare è emozione continua che mi fa star bene”.

Franco Cristofoli: “ Fotografare è immortalare il bello che ho davanti. È come estrarre l’anima. Lo scopo è conservare il ricordo indelebile di ciò che ho visitato”.

Gennj Ridolfo: “La fotografia racchiude tutto. Lo scatto è catturare un attimo, un momento da ricordare. Vorrei far emozionare e lasciare un ricordo di me”.

Gianpiero Pizzocaro: “ La foto, per me, è felicità. Quando scatto provo rilassatezza e benessere”.

Jessica De Lorenzi: “ La foto è pura magia. Quando scatto provo gioia, pace. Vorrei far provare emozione e far scoprire il mio cuore”.

Mariarosa Ferro: “ Con la foto rivivo attimi. Quando fotografo provo stupore pe ril creato e vorrei far partecipi tutti delle mie emozioni”.

Mariangela Ghirardini: “ La foto è la memoria di un attimo fissato. È l’emozione stessa che mi spinge a scattare, affinchè mi rimanga la testimonianza di quel momento”.

Mariachiara Comparin: “  L’attimo che crea la foto è immortale e  ne conserva il ricordo”.

Nadia Burini: “ Fotografare è fissare i ricordi. È un misto di gioia, poesia, cuore che accelera i battiti e fa dimenticare il tempo”.

Niccolò Picciotto: “ La foto è il colpo d’occhio e ricerca e contemplazione. Tiene vivi mente e cuore. Nella foto cerco il pezzo del puzzle mancante di me. Spero di lasciare un racconto della mia vita”.

Paola Toniutti: “ La fotografia è la vitamina e la terapia scacciapensieri. Con lei riesco a dimenticare il resto. Metto sulla stessa linea di mira le emozioni e i sentimenti”.

Sara Cargnelutti: “ La foto è arteterapia, meditazione, pensiero creativo, consapevolezza che l’arte alleggerisce il peso del cuore. Lo scatto è momento magico, di libertà per la mia anima”.

Stefano Sgobbi: “ Provo piacere fisico e mentale. Scatto per soddisfazione personale”.

Thomas Venturini: “ La foto ferma il tempo. Quando scatto provo adrenalina, concentrazione, con la paura di sbagliare nel catturare ciò che vedo”.

Walter Lavaroni: “ La foto è riuscire a catturare l’emozione vissuta e ricordata. È gioco e lo scopo è fare foto che nessuno fa. Amo la foto sociale e di strada, di tradizione popolare, di paesaggio e in notturna”.

Plauso al Comune di Codroipo,  all’assessore Tiziana Cividini e a chi ha saputo disegnare profili collaborativi così proficui.

https://www.facebook.com/groups/1179082438847009

 

Condividi

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag