CODROIPO (UD): ALZHEIMER, la Comunità che sostiene 16 settembre- 1 ottobre 2019

CODROIPO (UD): ALZHEIMER, la Comunità che sostiene 16 settembre- 1 ottobre 2019

SETTEMBRE AD
ALTO TASSO DI UMANITA’ NEL NOME DELL’ALZHEIMER

Dal 16
settembre al 1 ottobre Codroipo vivrà una delle sue esperienze umane più
importanti, unica in Friuli e riconosciuta dalla Federazione Italiana
Alzheimer.
 

Infatti, la rassegna di eventi “ Alzheimer, la Comunità che sostiene”
sarà dedicata alla sensibilizzazione sulla malattia e all’impegno a essere a
fianco di chi ne soffre e dei suoi familiari.   

Come chiarito in conferenza stampa, la prima a
scendere in campo è stata l’ASP Daniele Moro, 
presieduta dal Dott. Cristian Molaro,
che ha attivato un
variegato focus su una malattia che sta crescendo
vorticosamente e vede il Friuli al top delle classifiche nazionali e in età
sempre più giovane.
 

L’ASP è riuscita a
coinvolgere molte associazioni locali, luminari ed esperti che saranno in grado
di dare risposte ai tanti quesiti irrisolti e a supportare gli operatori che dovranno
andare oltre le mansioni pratiche di accudimento per valorizzare sempre di più la
persona malata.

Perché, come ha detto il sindaco di Codroipo, Fabio Marchetti, la malattia di
Alzheimer è ancora sottovalutata.
Infatti, nonostante gli sforzi, ancora
oggi molti operatori istituzionali confondono la prevenzione con l’Alzheimer
che invece non si può prevenire né guarire, al massimo può essere oggetto di
sensibilizzazione.   

Ma è sottovalutata
anche l’Azienda ASP D. Moro
che ha operato bene e ha prodotto questa pregevole
iniziativa patrocinata anche dal Ministero della Salute.  
Sottovalutata è anche la sinergia di un territorio unito
in una rara, ampia e pregnante opera di sensibilizzazione e collaborazione. 

“Noi
stiamo zitti perchè impegnati a lavorare “– ha continuato Marchetti – bacchettando
le istituzioni assenti, in primis i rappresentati regionali.   
Come è emerso dalla Conferenza Stampa cui
hanno presenziato autorità e associazioni, non tutti sanno che, a Codroipo,
è operativo il Centro Diurno per 15 e un Centro Alzheimer per 10 persone,
all’avanguardia sia per tecnologia che per la qualità di terapie e interventi
degli operatori. 

Unico esempio da qui alla Lombardia, eccellenza e fiore all’occhiello del territorio.   

E che è imminente l’inaugurazione del nucleo
protetto Alzheimer all’interno della Casa di Riposo di Codroipo.

Per la
Direttrice ASP Valentina Battiston la bontà dell’iniziativa sta nelle oltre 500
adesioni ricevute e nel coinvolgimento di bambini, studenti, commercianti,
operatori di tutta Italia e dell’intera comunità del Medio Friuli. “ Si fa
fatica a parlare  di demenza, c’è stigma,
vergogna. Per questo è importante che tutti sostengano la persona malata e la
famiglia.”

Per la Dott ssa
Anna Catelani, responsabile dei comuni dell’ambito di Codroipo,”è fondamentale sì
formare gli operatori ma in un territorio dove mettersi insieme e affrontare la
tematica. Dobbiamo leggere il mondo 
insieme,  anche se rovesciato.”

Grande
attesa, dunque, per gli eventi in programma che inizieranno  con l’Aperitivo con l’autore  del 16 settembre, continuando con tre cinema
a tema,  attività con i bambini nelle
varie biblioteche,  eventi di formazione
esperienziali, workshop formativi e laboratori per operatori e famiglie e
termineranno  con il convegno a Villa
Manin “Persona, non malattia” del 1 ottobre, corredato dalla mostra “Scatti
della quotidianità” a cura del Circolo fotografico Codroipese, nel salone
d’ingresso.

La
testimonianza di Fortunato Tonin, presidente Associazione Alzheimer, ha
condotto nel cuore della malattia di cui non esiste percezione né campanello di
allarme ma arriva all’improvviso, portando con sé un drastico cambio di vita.

“Ma la vita
non finisce con la diagnosi” – ha concluso la Dott.ssa Lina Fiume, coordinatore
infermieristico. “ ogni giorno troviamo nei nostri ospiti e nei loro familiari
persone che vivono una quotidianità serena”.


Ora tocca
alla comunità partecipare agli eventi per capire e imparare a convivere con
persone che, nonostante la malattia, non perdono  emozioni e  sorriso. 

                                       Alcuni particolari del Centro Alzheimer e Diurno di Codroipo

Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag