2 centenari in sei giorni – Guerrino e Angelina

2 centenari in sei giorni – Guerrino e Angelina

2 centenari in sei giorni – Guerrino e Angelina

Codroipo (Ud): in sei giorni,  dal 25 al 31 agosto, festeggia due cittadini centenari.

  Guerrino Defend

Il 25 agosto ha siglato il secolo di Guerrino Defend, residente in Via 29 ottobre. Il 31 agosto quello di Angelina Infanti, ved. Zoratto, che vive in Via Friuli.

Erano a scuola insieme: si ricorda benissimo Guerrino. «Una signora molto fine ed elegante» la definisce.

Guerrino, arguto e accogliente, nei modi e nelle parole, racconta volentieri della sua infanzia, vissuta con la nonna paterna, Sabina, che viveva nella sua grande famiglia. La misera era tanta – dice – e anche i ragazzini si davano da fare con piccoli lavori e con l’aiuto in casa, nell’orto, con gli animali da cortile e la mucca.

Guerrino non era portato per lo studio, ma per il lavoro. Nel 1940, eccolo partire per il servizio militare e per la guerra, ma non ha avuto bisogno di sparare, perché si occupava di rifornimenti. Poi, il lavoro, a lucidare sedie in una ditta di mobili. In quel settore ha continuato, nell’azienda Cordovado, di Codroipo.

Parla con stima e affetto della moglie, scomparsa nel 2005. Da allora vive con la figlia Paola nella casa di famiglia e non manca alla messa domenicale, per fede e per non tradire un insegnamento familiare, ritenuto un valore importante.

Per Guerrino, infatti, la cosa più importante è che, nelle famiglie, ci si comprenda, si vada d’accordo e ci si voglia bene.

Egli lascia un messaggio: «Abbiate la fortuna che ho avuto io: tanta salute e la forza di affrontare la vita”.

  Angelina Infanti Zoratto

Angelina, ultima di otto fratelli e sorelle, è nata in Via Piave, nella grande casa degli Infanti. La miseria era tanta e la madre nascondeva nella tasca del grembiulone il proprio pezzo di pane per darlo a lei, la più piccola, prima che si addormentasse.

Fin da giovanissima, Angelina ha lavorato nella fabbrica del tabacco e, nel 1945,  ha  sposato  Bruno Zoratto  – scomparso a 45 anni –  noto per essere socio di Sant e Faggiani, imprenditori dell’abbigliamento, con un negozio accanto alla canonica, prima, e, poi, in Via Italia.

Angelina ha vissuto con la dignità di madre rimasta sola e ha investito ogni energia nella sua famiglia, con figli e nipoti, che ha contribuito a crescere con tanta cura.  Si è dedicata allo studio delle religioni e della storia del Friuli all’U.T.E. di Codroipo, ai viaggi, alla sua casa, amatissima, di Via Friuli. Lì vive, in compagnia di Marinela, sua collaboratrice, sempre sotto lo sguardo affettuoso dei figli.

Il viso di Angelina esprime gentilezza, serenità, buon gusto ed eleganza. Il suo carattere è dolce e gentile, pronto alla gratitudine. Accoglie chiunque con un sorriso appena accennato, lei, che ha raggiunto questo traguardo senza bisogno di alcuna medicina, senza occhiali per leggere.

Tre i figli – Paola, Lidia e Gianpaolo –  sei i nipoti –  Sara, Luca, Mara, Cristian, Giorgia, Anna – cinque i pronipoti – Nicolò, Matilde, Michele, Matteo, Carlo.

Si illumina ancora quando vede i bambini, perché li ha sempre amati.

Il suo segreto di longevità sta nel mangiare regolare, poco e sano. Spesso, la sua cena è stata una scodella di latte e, tuttora, la sua colazione è costituita dal gradito latte con biscotti e fette biscottate.

Il suo augurio è di avere la sua salute, di amare la famiglia, evitando le discussioni e le arrabbiature.

“La famiglia è tutto” sostiene.

 

Messaggero Veneto 29 agosto 21

Condividi
Tags:

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag