TEATRO: Mia Madre è un Fiume - Pierina Gallina news

TEATRO: Mia Madre è un Fiume

TEATRO: Mia Madre è un Fiume

Codroipo (Ud), 26 settembre 2021. L’ODV Alzheimer Codroipo, sostegno alle famiglie, presieduto da Fortunato Tonin, ha organizzato la serata  teatrale con lo spettacolo “Mia Madre è un fiume”. Intervenuta Tiziana Cividini, assessore cultura.

La pièce teatrale è andata subito al punto: gli effetti della demenza. Nella madre e in una figlia, in questo caso.

Una sola attrice in scena, Viviana Piccolo. Regista: Giacomo Vallozza.

Pochi oggetti: un tavolo, un attaccapanni, un frigo e lei, la figlia che assiste alla perdita di memoria della madre, inesorabilmente, fino alla fine.

La piéce teatrale prende spunto dal romanzo di Donatella di Pietrantonio, potente e vitale, in cui le vicende personali si uniscono alla storia corale di un’Italia contadina, ritratta dagli anni di guerra fino ai nostri giorni.

È un diario, la storia di Esperina Viola, raccontato da sua figlia per ritardare il lento processo di degrado causato dalla patologia neurodegenerativa per eccellenza: il morbo di Alzheimer.

Quando la madre, Esperia, mostra i segni di una malattia che le toglie la memoria, è tempo per la figlia di prendersi cura di lei e aiutarla a ricostruire l’identità smarrita.

Inizia così, giorno dopo giorno, il racconto di un passato dal quale riaffiorano ricordi dolcissimi e crudeli, le figure dei familiari e degli abitanti della piccola comunità montana che le ha viste nascere e crescere.

In un contesto molto duro, tasselli di vita si intrecciano al racconto di una lenta metamorfosi dei sentimenti in un indissolubile legame madre-figlia, che oscilla tra amore e odio, nostalgia e rifiuto. Il rapporto tra una madre e una figlia viene sviscerato in ogni suo aspetto, in una interpretazione teatrale importante per una trama dai temi difficili.

Nel raccontare ricordi si ricostruisce un rapporto, nel fare memoria si ritrova identità: ecco la lezione e la riflessione che, come scia benefica, lo spettacolo teatrale ha lasciato dietro di sé.

Viviana Piccolo e Giacomo Vallozza

Condividi
Tags:

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag