CODROIPO (UD) : 50 ANNI PER LA RHOSS, FABBRICA DAL VOLTO UMANO - Pierina Gallina news

CODROIPO (UD) : 50 ANNI PER LA RHOSS, FABBRICA DAL VOLTO UMANO

                        
“Grazie per le vostre storie” ha detto il proprietario
Fabrizio Rossi a coloro che  hanno voluto
siglare l’anniversario d’oro  nella
sede  dove  hanno lavorato dal 1968 al 1980, almeno per
due anni.
  
 “Il futuro è nelle tue mani,
affinchè possa sviluppare nuovi sogni” 
gli hanno scritto su una targa gli ex 
operai, impiegati, progettisti, manutentori, magazzinieri, ingegneri ai
vertici di una realtà florida,  punto di
riferimento sul mercato internazionale del condizionamento,  orgoglio per il Friuli ed esempio  per l’Italia con i suoi 60 milioni l’anno di
fatturato.

1968: primi operai con il perito Giancarlo Locatelli
 Tanta, sincera e condivisa l’ emozione in tutti coloro,
oltre cento,  che hanno accolto l’invito  alla festa. 
 
Quasi tutti presenti gli ex ragazzi che i primi di giugno del 68 erano
partiti in treno per un paesino a 12 km da Berna, entusiasti per la libertà di
essere fuori casa e con tanta voglia di lavorare.   
Molti provenivano dalla Mangiarotti,
forti della professionalità acquisita da apprendisti e dei loro vent’anni. I
primi a partire furono sette,  cui si
aggiunsero  altri ventitre.  
 Destinazione, la fabbrica Piren dove imparare
a fare caldaie con la prospettiva di lavorare alla Rhoss, all’epoca in
costruzione.  Tornarono dopo nove
mesi,  pronti a dare inizio
all’avventura.  
da sx: Ruffo, Favrin, Rossi proprietario
 Tutto era nuovo, sia per
loro che per il proprietario, Pierantonio Locatelli (1938-2016) uno dei figli
del Cavaliere Giulio (1906-1988) fondatore della dinastia imprenditoriale  che, insieme a Lino Zanussi e a Luciano Savio,
fu tra gli artefici dello sviluppo industriale del Pordenonese.  Figure di riferimento accanto a Pierantonio Locatelli erano Antonio Favrin, all’epoca
giovane ingegnere, e Luigi Da Re, commerciale. 
A loro il merito di aver creduto
in un sogno lungimirante di costruire su una strada di

passaggio,  con tanto spazio e con manodopera di valore
come quella del territorio codroipese, una grande azienda dal volto umano, moderna
e luminosa.

 
Se il proprietario ha dichiarato il proprio amore per la
Rhoss, non sono stati da meno i protagonisti dell’anniversario.  
 “La Rhoss è la mia famiglia. Ho iniziato nel
68 e ancora faccio assistenza “ ha detto Fernando Scaini.  Alberto Fabello, operaio per 30 anni “ Tutto
è cambiato e tutto è stupendo. Se mi trovassi a lavorare oggi non avrei nulla
di cui lamentarmi”. Alfredo Locatelli “ E’ cambiato tutto dal giorno alla
notte”. Ermes Danussi, matricola 132 per 35 anni “ Ho trovato oggi tutti quelli
che comandavano. Quante baruffe ma si stava bene”.  Angelo Cudin “Una grande emozione entrare
qui. Ho messo la bicicletta al “mio” posto”. Lamberto Di Lenarda “ Non me la
sentivo di ritornare ma avevo troppa voglia di rivedere i miei compagni”.  Costantino Gastaldello “Ci sono ancora le
tubazioni d’aria che ho fatto io nel 1970”. Sergio Bortolotti “ Eravamo i
numeri uno per le caldaie in acciaio e venivamo copiati”.  Nevio Fabbro “ Ho fatto 32 anni in assistenza
esterna e l’ho seguita anche dopo la
pensione”. Nello Venier “Sono stato il
primo carellista nel 69 e lo sono stato per 27 anni”.  
Grazia Pighin, impiegata
per 27 anni, “ Sono orgogliosa di aver fatto parte della storia della Rhoss. Ho
sempre lavorato volentieri e il signor Pierantonio era una persona
eccezionale”.  

Negli occhi di tutti quegli ex ragazzi baciati dall’anagrafe la
gioia del ritrovarsi e, ancor di più, dell’essere accolti dall’attuale
proprietà che ha subito detto sì e con gratitudine alla loro proposta.
  

Messaggero veneto 7 luglio 2018

                                                                                                                             

Condividi

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

Unknown

Mi è spiaciuto molto non essere presente, sono stati anni intensi e qualificanti, molto belli grazie Pierina per il tuo bel servizio.

Rispondi

6 Luglio 2018

Pierina

Mi fa piacere

Rispondi

6 Luglio 2018

Unknown

Mi spiace di non esserci stata. Da Carmignano un grosso abbraccio a tutti. Marina Sichieri

Rispondi

6 Luglio 2018

Imogene

continuously i used to read smaller content which also clear their motive,
and that is also happening with this post which I am reading here.

my page … situs judi

Rispondi

6 Luglio 2018

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag