Dal Cosmo alla parola – Muggia Pierina Gallina news

Dal Cosmo alla parola –  Muggia

Dal Cosmo alla parola – Muggia

10 agosto 2021: “Dal Cosmo alla parola”, serata di   poesia e astronomia. 1° edizione a Muggia (Ts).

Ho avuto il piacere di essere tra i partecipanti, come parte del gruppo “Poeti stellari”.

Voluto e coordinato dalla poetessa Alessandra Pecman,  l’evento ha visto la partecipazione di 11 “Poeti stellari”, provenienti dal Friuli,  dal Veneto e da Muggia, avvalorati dalla presenza della dott. Renata Capria D’Aronco, Presidente del Club Unesco di Udine e del presidente della Fameia Muiesana, Franco Steiner.

Sulla terrazza sul mare del Ristoro Lazzaretto 8 di Muggia, in una serata con la luna appena nata e un cielo limpidissimo, i poeti hanno dato voce alle loro poesie in tema Cosmo, e gli astrofili Fabio Mariuzza di Codroipo (Ud)  e Muzio Bobbio, di Trieste, hanno tenuto una interessante conferenza sulle stelle cadenti e i pianeti visibili: Saturno e Giove. “Noi vediamo il cielo dal fondo di un oceano d’aria”  Muzio Bobbio.

Saturno:  gassoso, ha oltre mille anelli – formati da polvere. Ha 82 lune e, in 29 anni, fa il giro intorno al sole.

Giove:  gassoso, ha 11 volte il diametro della terra, temperatura – 121 °, ha 79 lune e fa il giro intorno al sole in 12 anni. Il suo giorno dura 10 ore. È una stella mancata.

Cosa sono, dunque, le stelle cadenti?

Sono i detriti che la cometa 109P – ultimo passaggio vicino alla terra il 01 dicembre 1992, il prossimo previsto nel 2126 – ha lasciato nello spazio.

Presentati da Alessandra Pecman, si sono alternati, con i loro versi:

Alessio Calaz di Udine

Fernando Gerometta di Vito D’Asio (Pn)

Luigina Lorenzini, di Vito D’Asio (Pn)

Renzo Maggiore di Trieste

Viviana Mattiussi di Pantianicco (Ud)

Alessandra Pecman di Muggia

Patrizia Pizzolongo, di Codroipo (Ud),

Io

Giorgia Pollastri, di Mestre (Ve),

Marta Roldan di Codroipo (Ud),

Emanuela Rorato, di Pordenone.

Alcune foto: Giorgio Bertok.

“I poeti ascoltano il silenzio attraversati dalla luce” (Antonella Barina).

Le mie poesie:

NOTTE DI SAN GIOVANNI

Sposa del Sole, sei,

Luna,

adorna di ghirlande

di nubi in festa.

Appesa ai miei pensieri,

sei, Luna,

pifferaio invisibile

sulla pelle di un respiro.

Imprimi pausa,

per il tempo di questo unico attimo.

Incrocio i tuoi occhi di caverna

irrorati di espansa umanità.  

Signora, sei,

Luna,

grondi energia

mentre mi danza l’anima,

appesa

a un grappolo di stelle.

LA FIABA DELLA TERRA

Nel negozio del sole,

ho comprato un paio di scarpe di seta, rosa.

Le indosserò domani,

quando andrò a dare il buongiorno alla Luna

e cullerò le stelle affinché stiano sveglie.

Canterò per loro una canzone lieve, in Sol maggiore.

Scriverò per loro la fiaba della terra, verde, felice,

 dove sette miliardi di uomini si abbracciano

 e ridono, in un gioco di far finta per davvero.

 Dove i lupi si appisolano su coperte di fiori

e i terremoti sono solo nei film di mondi scomparsi.

Chiederò a ogni stella di salire sul carro maggiore.

Prenderò in braccio la più piccola e timida.

A lei darò il mio nome.

Condividi

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag