VILLA MANIN di Passariano (UD) – Rievocazione storica della visita della regina M.Amalia alla famiglia Manin – 10 settembre 2017

VILLA MANIN di Passariano (UD) – Rievocazione storica della visita della regina M.Amalia alla famiglia Manin – 10 settembre 2017

Giove Pluvio ha tolto solo la carrozza alla regina Maria Amalia di Sassonia, accompagnata dal fratello, in visita 
alla famiglia Manin, come avvenne nel maggio del 1738. 

Di rievocazione storica si è trattato, naturalmente, ma il fascino dei costumi, delle posture, delle parrucche, ha aiutato a entrare nell’atmosfera settecentesca. 
Complice la presentazione dello scrittore Alberto Frappa, autore del romanzo storico “Il Parruccaio di Maria Antonietta” e l’Associazione piemontese “Le vie del tempo”.
 
Maria Amalia di Sassonia andava sposa al re di
Napoli, Carlo III di Borbone. Un matrimonio per procura come si usava all’epoca e la futura sovrana aveva solo 14 anni.  

Il viaggio verso il regno di Napoli, dal 12 marzo, durò
34 giorni con quattro tappe nei territori della Serenissima tra cui
Villa Manin. 

A ogni fermata fu organizzato un evento festoso cui
sovrintese l’ambasciatore Antonio Mocenigo. 

“Et cento schiavoni con temburo batente et bandiera spiegata gli fecero
ala, et andò a smontare alli gradini della loggia, ove trovavasi
quantità di cavalieri et Dame et ivi fu ricevuta dalli Commissari. 

Osservò “tavola imbandita nella gran sala terrena che,  per lo sito e
la grandiosità dell’Argentaria, faceva una Regia comparsa, a cui
contribuiva anche la quantità di Dame e Cavalieri venuti dalle città
vicine che,girando attorno la Tavola, davano tutto il risalto a simile
magnificenza.” 

La visita durò poche ore ma fu un evento che rimase impresso nei nobili dell’epoca.

Poi, dopo lo storico incontro, i cortigiani e il pubblico sono invitati all’interno di Villa Manin, a un concerto per clavicembalo e violino, con i musicisti Mansutti e Tomadini. Le musiche di Georg Philipp Telemann, compositore e organista tedesco (1681-1767), hanno fatto da sfondo all’atmosfera settecentesca dell’evento.

Occasione di incontri, con Alberto FrappaRaunceroy, il sindaco di Codroipo, Fabio Marchetti, Annamaria Zanin.

                      Federica Ravizza, Tiziana Cividini, Luisa Venuti (Foto Salvatore Errante Parrino)

La rievocazione storica rientrava nel nutrito programma “Nel Giardino del Doge Manin” del 9 e 10 settembre 2017. Mostra di fiori, piante e arredi, eventi e conferenze.

Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

Avatar

Giuseppe Capoluongo

Peccato non averlo saputo. Sarei venuto!

Rispondi

11 Settembre 2017

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag