SHIATSU……CIOE’?

SHIATSU……CIOE’?

a cura di Arianna Cioverchia

“Lo shiatsu è una tecnica corporea di origine giapponese che si basa prevalentemente sulla pressione delle dita o delle mani esercitata lungo i meridiani energetici ovvero i canali di scorrimento dell’energia con il preciso scopo di migliorare il benessere e la qualità di vita nell’uomo.
I trattamenti shiatsu sono un strumento per ritrovare l’equilibrio, mantenere l’armonia, migliorare lo stato energetico.”
Bene, questa è una definizione che si può trovare nei testi, nei manuali, via internet, per dare una spiegazione a questa disciplina.
Una definizione ricca di ….definizioni!
Come iniziare una chiacchierata su un argomento così complicato che può essere molto interessante o può diventare noioso?
Banale ma, per rispondere a questi quesiti, ritengo sia necessario PROVARE.
Provare perché, com’è di moda adesso, c’è un cammino che l’uomo sta facendo verso …bo…, è in crisi, c’è tanto stress, c’è desiderio di stare meglio, non si sa che “pesci pigliare”, ci sono patologie sempre più gravi e difficili da curare.
Intanto, fondamentale, lo shiatsu non è una terapia medica, questo è essenziale da comprendere, lavora sullo stato energetico dell’uomo e cerca di aiutarlo nel contatto con sé.
Accidenti, “CONTATTO CON SE’ ” e qui cominciano i guai…
Quando ho partecipato alla prima lezione della scuola di shiatsu noi aspiranti e volenterosi studenti ci siamo distesi a terra e la nostra adorabile insegnante, cominciando la lezione, ha detto “ora respirate…ascoltate il respiro, inspirare, espirare, sentite l’aria che entra l’aria che esce”.
Mi sono detta: “Ma cosa succede? Eppure questa è una scuola seria, ho controllato, so quello che fanno, so come lavorano…e poi sono pronta, voglio imparare eccomi qua, tutta orecchi, carta penna e voglia di sapere”.
Già, questo è quello che mi è successo all’inizio ed ora io sono pazza dello shiatsu!
Ho cercato di placare il mio essere lì a voler fare e ho …….ascoltato.
Ho ascoltato il mio respiro. E poi il mio corpo. E poi i miei “acciacchi”, ciò che noi operatori chiamiamo disarmonie energetiche.
Piano piano questa impressionante parola -shiatsu- ha preso forma.
Ora, dopo anni da quell’episodio, lavoro con le persone (ho questa grande fortuna) e vedo, comprendo tutto quello che fa: dà sollievo, migliora lo stato di benessere dell’organismo, lo previene, lo mantiene, aiuta l’uomo, se ne ha bisogno, a vedere meglio il sole e ad affrontare una buia uggiosa giornata di pioggia.
Vi sembra poco?

Chi è Arianna?
E’una donna dalle sembianze angeliche, una mamma giovane e sensibile, generosa e desiderosa di socializzare e condividere le competenze maturate come operatrice shiatsu. Io la stimo molto.
Pierina

Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

Avatar

arianna

Ho sempre immaginato che fossi una donna con una grande attenzione verso la tua
terra la tua gente i tuoi "figli".
Leggendo qua e là, libro compreso, ho conosciuto un pò di più questa pierina,
la "maestra con i tacchi"!
Ho anche capito perchè quel volto allegro vivace sempre presente e ricco
d'amore per tutti e tutto quando nessuno la vede o quando lo si osserva con
attenzione fa vedere altro: quella dolce melanconia, quella che quando inizia a
scendere il sole fa sobbalzare il cuore e lo manda in profondità per creare. E
compare l'artista, il poeta.
Grazie pierina
arianna

Rispondi

19 Novembre 2010

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag