MOSTRA “STORIE DELL’IMPRESSIONISMO” a Treviso con Abaco Viaggi – 26 febbraio 2017

MOSTRA “STORIE DELL’IMPRESSIONISMO” a Treviso con Abaco Viaggi – 26 febbraio 2017

Risultati immagini per piccola irene renoir
Storia dell’Impressionismo “da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin” Irène Cahen d’Anvers,  dipinto a olio su tela (54×65 cm) realizzato fra il 1879 ed il 1880 da Pierre-Auguste Renoir
 Dalla porta veneziana di S. Tommaso ( con la scritta “Che Dio protegga chi entra e chi esce”) si entra dentro le mura di Treviso e, al Museo di Santa Caterina, ci attende la mostra “Storie dell’Impressionismo”. I grandi nomi e interpreti : Monet, Manet, Cezanne, Van Gogh. Un tripudio di colori e stili e VITE rese immortali dall’ARTE. 
 
Impressionismo, tema  a largo raggio: COSA SIGNIFICA?

L’impressione, l’emozione che dà.
 Parigi,  tripudio d’arte, città di avanguardie. 1863:
L’opera d’arte è il manifesto di artisti. Parigi ospita il  Salone d’ autunno per dare lustro ai pittori
in erba. La giuria dell’ Accademia, quando si trova di fronte a “Colazione sull’
erba” di MANET si scandalizza perché
 Parigi è legata ai valori precostituiti.
La Borghesia imprenditoriale  si
scandalizza. Nasce allora il Salone dei rifiutati e Manet è il precursore tematico
dell’impressionismo.  Parigi è  medievale sporca. La Senna è l’autostrada delle
sabbie, mattoni, lingotti d’oro. Tutto si basa sulla morale chiusa. I poeti
maledetti esprimono il  brutto da dimenticare
ma i vip dell’ epoca non vogliono vedere il brutto. I quadri vengono giudicati
impressionanti.  Rasenti la pornografia
come Olympia di Manet, di oltre  tre
metri. Donna nuda sul letto fa scandalo, perché perfettamente abbigliata ma
nuda con dietro la Mami corpulenta e il gatto come simbolo di lussuria.  
Olympia 
fa scandalo quando è esposta al Salon del 1865; uno scandalo tale che ne
rende necessaria la rimozione. Ci sono borghesi che vogliono sfondarla con gli
ombrelli, tanto la trovano indecente. L’Impressionismo  si estingue  nel 1893 e noi dobbiamo decifrare lo stile, il
 tema, l’emozione. Dobbiamo leggere l’andatura
del pennello che imprime per creare l’impressione.
L’ impressionista svirgoletta
con pennellate veloci dal basso schizzando verso alto. Non c’è mai omogeneità né
 limpidezza. Il quadro appare difficile
da decifrare.
Mi devo spostare perché mai 
c’è il contorno ma accosta i colori per il gioco di luce facendo nascere
le sfumature.  Non c’è l’idea esatta della
figura. Come i bambini, contorna sempre con colori scuri, neri, marroni.
E’ la funzione
razionale  che, secondo Kant, nasce dal
bisogno di scatolare pezzi di vita.   Dietro ogni quadro c’è un artista con un obiettivo:
rappresentare pezzi di vita quotidiana, la realtà di tutti ma mai  perfettamente delineata. L’arte  impressionista dà l’immagine offuscata della
realtà di cui abbiamo solo la percezione e la conoscenza avvolta da carta velina.
MONET  fa di più.
Risultati immagini per monetIl suo è un impressionismo a tutto
tondo. Pennellate veloci, nevrotiche con l’obiettivo di cogliere velocemente la
vita.  ROUEN ci  dà i cicli sullo
stesso tema a ripetizione, in rapida scansione. 
Risultati immagini per cattedrale di rouenDipinge la stessa cattedrale nei 
vari aspetti.  Con il vento, la
nebbia, la  pioggia in orizzontale, con i
 fiocchi neve. Per varie emozioni. Così
nello “ Stagno delle Ninfee” 36 tele di polemica, il  ciclo di un mondo che ha voluto creare.  Così Manet dipinge la città di Le Havre con
intento polemico.   In Normandia e Bretagna
la natura è incontaminata. Unica barchetta nel mare. Sole che nasce. Le tinte
scendono verticalmente in una polemica implicita contro la rivoluzione.  GAUGUIN
restiruisce  il contorno alle  figure. 
Nel 1889, in Bretagna,  dipinge il
Cristo giallo Risultati immagini per cristo giallo gauguinche fa scandalo. Per lui è il giallo del grano,  prima forma di eucarestia. Pone di fronte la nascita
e la morte, il dopo la fine. Si nota contorno e razionalità,  nitidezza. 

Guauguin
è legato al simbolismo degli anni 90. Va in Polinesia, luogo d’ amore per eccellenza. 
CEZANNE  ripropone la linea di contorno e spezzetta
le figure  in piccole figure geometriche.
Pone fine così alla pittura impressionista che cessa di esistere. 
Genio incompreso del suo tempo,  scompone
con la geometria,  anticipando di quarantanni il cubismo di Picasso.

Risultati immagini per mangiatori di patate van goghVAN GOGH e lo scandalo dei “ mangiatori
di patate”. Cinque persone attorno a un tavolo con nulla nel piatto. Una
terrina  piena di patate, la caffettiera di
peltro, l’unico lume,  l’unico quadro, l’
unico crocifisso. Povertà,  mani nodose. 
Spreme
i colori dal  tubetto nel quadro “I Cipressi” che rimandano
dalla vita terrena a quella ultraterrena. Il suo è desiderio di ritorno alla vita
non di morte.
Van Gogh, in dieci anni di pittura, realizza 843
tele. Immagini come tormenti.  

Pennellata
come vortice mentale.
Tipica immagine che incanala il modo di vedere la realtà
di un artista difficile da comprendere.  
L’unica pittrice donna in mostra è l’amante e modella di Manet, BERTHE MORISOT,
Risultati immagini per berthe morisot donna e la bambina in un pratocon “ Donna e la bambina  in un prato ” del 1882. 

                                    con Tamara e Stefania
Piazza dei signori


                                                         Stendiversomio… geniale

                              Forse non esiste ma rende davvero l’idea di un raccoglitore di versi.

Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

Avatar

Ketti

tanta gente ma ne è valsa la pena

Rispondi

27 Febbraio 2017
Avatar

gaetana

tutto perfetto. non aggiungo altro perchè sarenne inutile. quindi grazie a abaco viaggi e agli artisti in mostra

Rispondi

27 Febbraio 2017

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag