LIBRO di Daniela Rossi (Milano) LA SCELTA IMPERFETTA

LIBRO di Daniela Rossi (Milano) LA SCELTA IMPERFETTA

 

Si legge in un soffio. Una pagina tira l’altra.  E’ un libro nitido e tagliente, come una
giornata di sole d’inverno. 
Dirompente. Che abbraccia e rincuora. 
Avvincente
come un’avventura. 
Prende subito, fin dalle prime righe. 
Sarà per lo stile
agile e coinvolgente della scrittrice milanese ma nata a Sanremo. 
Sarà perché
parla dell’Amore, quello da “Piccoli”, che non vuol saperne di morire e
ritorna quando meno uno se l’aspetta.
Anche a cinquant’anni. 
Anche dopo tanti
errori e matrimoni sbagliati e scelte impulsive, spesso fatte per scappare, e
proprio da quell’Amore. 
Quello poetico dei vent’anni. 
Quando per scaldarsi
bastava un maglione e un tetto di stelle. Senza nulla sapere di ciò che
accadrà, delle corde che la vita tenderà,  della ricerca di altri da se stessi, per non
pensarsi più. Scoprendo, trent’anni dopo, che nulla è immutato a parte il corpo
che ancora riconosce istintivamente l’altro. 
La speranza di assoluto ridotto in
cenere dalla Vita, dal volere di altri, dal destino forse. 
Lo sfondo è quello
degli anni 70.
 
Quello delle lunghe gonne a fiori e del tutto senza nulla.

Due ragazzi, costretti poi a una separazione mai risolta,
coinvolti da nuove relazioni e responsabilità. Figli con i nomi desiderati
insieme per quelli dei loro sogni. 
Ma figli di altri. 
Proprio con loro, con le
gelosie e i doveri, il sogno prenderà un’altra piega perché dovrà confrontarsi
con la vita reale e il suo carico di ostacoli e vendette.

Cambia il contesto che diventa anti Amore, anti sogno. 
Eppure, il sentimento dalle radici profonde, ha risorse che nemmeno i due
protagonisti sanno di avere.

Il Primo Amore, dunque, quello travolgente, totale, unico,
assoluto della gioventù, quello che “non si scorda mai” è il protagonista di
questo libro che insegue caparbiamente, contro ogni ragione, il mito di un
sogno romantico. 
Un sogno che inevitabilmente si frantuma contro l’imperfezione
umana.  La protagonista, però, reagisce
al dolore e trova una realizzazione con intelligenza, intraprendenza e
creatività. 
Intorno a lei ruotano personaggi eterogenei e molto lontani dal suo
pensiero anticonformista. 
Ma improvvisamente quell’antico Amore sembra di nuovo
possibile. 
Saranno molte le delusioni ma con una soluzione, forse imperfetta ma
che le permetterà di continuare a vivere. 
Riuscirà a ritrovare la sua strada,
mantenendo integra la propria freschezza, la positività, l’umanità e la
passione, grazie anche al fatto di essere lei stessa un’artista.  
 
A dispetto dell’età matura e delle convenzioni
sociali che vorrebbero imprigionarla nel grigiore assoluto, nel banale,
nell’ovvio, come quello della famiglia d’origine, e poi della famiglia del suo
“Ragazzo” di sempre.

La storia è resa con una scrittura tagliente come un rasoio
e lucida come una lastra di ghiaccio. Calda e avvolgente come un plaid di pile
in pieno inverno.

In un libro coraggioso e altruista, coerente e sincero, che
merita di essere riletto e approfondito anche perché è facile ritrovare una
parte del proprio vissuto. Dove è facile 
prendere a schiaffi e carezze, ridere e piangere, arrabbiarsi e
intenerirsi insieme alla protagonista. 

                                                       PRESENTAZIONE a TREVISO 4 maggio  2018

Alla libreria Feltrinelli di Treviso ho avuto il piacere di presentare il libro di Daniela Rossi, grazie all’interesamento della comune amica Nadia Embriaco.

 


Condividi
Tags:
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

Avatar

Daniela

Mamma mia, che capolavoro di recensione. Scrivi e senti in modo raro.Bellissima. GRAZIE
Daniela

Rispondi

19 Febbraio 2018

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag