IMPASTO DI LIEVITO E POLLINE, spettacolo di TEATRANDO – Scuola musica Codroipo – 8 novembre 2014

IMPASTO DI LIEVITO E POLLINE, spettacolo di TEATRANDO – Scuola musica Codroipo – 8 novembre 2014

Impasto di lievito, vento e polline  Sabato 8 novembre 2014  Auditorium Comunale – Codroipo (UD)
suggestivo e bellissimo spettacolo teatrale del Progetto TeatrandoDipartimento di Teatro, Musica per il Teatro e Scenografia della Scuola di Musica “Città di Codroipo”   Un percorso musicale elaborato con cura e passione da Geremy Seravalle. I ragazzi della scenografia, accompagnati dalla mano attenta e sensibile di Paola Gasparotto, hanno creato oggetti e prodotto immagini capaci di accendere i delicati colori di ogni racconto e musicalità. Monica Aguzzi ha cercato di mettere assieme tutto questo, per comporre uno spettacolo che rivelasse i chiaroscuro delle anime di tutti i raccontATTORI senza preoccuparsi troppo di rendere tutto, logico o di senso compiuto. 

Fare teatro della narrazione con i ragazzi dalla 4a elementare alla 1a media è una grande opportunità, grande impegno ed esperienze concrete di crescita personale e comunitaria.

                Licio de Clara per la Compagnia “Agnul di Spere” e Giorgio Cozzutti, direttore Scuola di Musica “Città di Codroipo”

 Spettacolo – Impasto di emozioni personali e di giovani talenti fortunatamente RISPETTATI.
Sì, perché quando una persona, sia essa bambino o adulto, si sente rispettata, fa volare la propria libertà  e riesce ad uscire scoperto con ogni singola fibra. Anche con quella, intima e privata,  che non ha mai osato esporre, per paura di giudizio o di bocciatura.

Che 26 giovani “attori” su un palco siano Gruppo e facciano lievitare contenuti personali ed emozioni sono la prova che liberare e colorare i talenti sia possibile, arricchente e divertente.
E se esce  uno spettacolo di storie e racconti che, come polline, vanno nel vento, di sicuro vale e molto. Perché di piccole, emozionanti, semplici storie si tratta.   Scelte  tra tante e poi rielaborate dai ragazzi di Teatrando che, in una sera d’estate, sentono il bisogno di raccontare ad alta voce un altro anno fortemente coinvolgente trascorso assieme.  I ragazzi hanno animato  personaggi di fiabe,  dato voce a storie di vita vera, raccontato di nonni, cavalli e fughe d’amore. Impastando parole e suoni  a più mani e a più voci. In armonica condivisione.  Aggiungendo l’ingrediente della forza emotiva autentica e ricca di esperienza viva. Così, dalle storie, traspare  l’assoluta verità del raccontare, capace di rendere il confine tra chi ascolta e chi racconta quasi impercettibile.  Perché la  narrazione viaggia fuori e dentro il tempo che viviamo, ricamando uno stesso fazzoletto di mondo.

                                                         Chiara Grillo

                                                                   Giulia Fioritto

 Monica Aguzzi
 

 
Condividi
Tags:
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag