IL PAESE, magazine di cultura informazione del Medio Friuli – mese novembre 2016

IL PAESE, magazine di cultura informazione del Medio Friuli – mese novembre 2016

NONNA MATERNA… ecco perché è importante in famiglia

Che i nonni, per la crescita e lo sviluppo psicologico dei
bambini siano importantissimi, lo si sa.  Per la famiglia e per la società,  rappresentano il baricentro dell’economia e
della qualità della vita.  Quello che
invece non si sa è che tra tutti e quattro i nonni, il ruolo di privilegio
spetta alla nonna materna. Non che ci siano nonni di serie A e di serie B, ma
uno studio promosso da Ifefromm, mette in evidenza come vi sia  la tendenza ad affidare i propri figli alle
cure della nonna materna, percepita dal nipotino come una seconda madre. Perché
questa, in condizioni normali, è sempre presente nella vita della figlia e la accompagna
passo dopo passo a partire dalla gravidanza.

Così come “la mamma è sempre la
mamma” lo stesso vale per la nonna materna, una figura fondamentale nella
famiglia perché custodisce la memoria, garantisce continuità, condiziona la
crescita e l’educazione dei nipoti.

La nonna materna detiene da sempre un ruolo privilegiato in
famiglia.   Un tempo, nelle famiglie
numerose, era affiancata da altre figure femminili nella gestione dei nuovi
arrivati e nell’organizzazione quotidiana.  Oggi  si
ritrova spesso ad assolvere questo compito da sola e, per questo,  numerose indagini confermano che sia proprio
lei a incidere maggiormente, rispetto agli altri nonni, sullo sviluppo
educativo dei nipoti. Non a caso, nella maggior parte dei casi, è la persona
ricordata con maggiore affetto.  Esistono
studi che sottolineano l’importanza della nonna materna nella crescita delle
nuove generazioni. I nipoti, infatti, ricordano più facilmente, nel tempo,
eventi legati alla casa dei nonni materni, i gesti e le parole d’amore della
mamma della loro mamma.

A livello psicologico questa dipendenza dipende dal fatto
che la figlia neomamma  ha maggiore confidenza
e fiducia nella propria madre e quindi tende ad affidare i figli a lei.  Inoltre, oggi si è creata una alleanza più
stretta tra madri e figlie, dovuta anche all’innalzamento dell’età in cui si
vive la gravidanza.

Aumentando gli anni in cui si rimane figlie  è più facile che si crei  una nuova sinergia  con la madre. Dopo che gli effetti
adolescenziali si sono attutiti così come la rivalità edipica, i loro rapporti diventano  più fluidi. Quando si ritengono conclusi i
compiti  e le responsabilità educative e terminata
la responsabilità genitoriale, ecco nascere  tra le due donne un inedito sentimento di
amicizia. Che, molte volte, porta a considerarsi “migliore amica” una per
l’altra.

E’ quasi naturale, quindi, che la  nonna materna giochi un ruolo psicologico importante
nella famiglia delle figlie che hanno un’opinione positiva e si fidano della
loro madre,  colei che può intervenire
con consigli adeguati e affidabili. E questo rapporto di complicità ha una
ricaduta positiva  sui nipoti che
tendono, di conseguenza, a percepire la nonna materna come una figura
rassicurante simile alla propria mamma. Infatti, è a lei che si rivolgono per
primi in caso di assenza della madre. Un supporto dunque, sia per la figlia che
per i nipoti, una figura su cui appoggiarsi e che ispira fiducia.

Tendenzialmente una mamma tende a lasciare più volentieri il
proprio figlio con la nonna materna che non con la nonna paterna ovvero la
suocera. Le motivazioni possono essere le più disparate, ma salvo i casi
differenti che di fatto esistono, la realtà è questa.

Ma tutto ciò basta a spiegare questo ruolo prioritario  della nonna materna? Ovviamente no.  Ipotesi scientifiche dichiarano che  la nonna materna trasmetterebbe diverse
informazioni genetiche al nipote.

In poche parole, l’ovulo è portatore di informazione
mitocondriale. I mitocondri sono “lo scrigno” delle informazioni
ereditarie. Non ci si deve stupire, quindi se il nuovo arrivato avrà gli occhi
della nonna o il suo sorriso, o il suo carattere.

Tutto questo avvalora la figura della nonna materna ma va
precisato che le nonne più soddisfatte, con 
un feeling migliore con figlie e nipoti,  sono quelle che non si sostituiscono  ai ruoli dei genitori e non interferiscono
nei loro equilibri familiari.  Insomma,
quelle che si rendono disponibili  sì con
presenza e aiuto ma sanno stare al posto di loro competenza.  Che è quello di “Grandi Mamme” come vengono
giustamente definite all’estero. Studi a parte, però, la cosa fondamentale è
che ogni bambino possa godere, qualora sia possibile, della presenza di tutti i
nonni, senza distinzioni.


CODROIPO (UD)

LA SPORTIVA SEZIONE PATTINAGGIO VINCE IL 1° PREMIO con il
MUSICAL “CATS”

Grande soddisfazione per allieve, allievi e insegnanti  al concorso per il 13° trofeo nazionale
“Skating Center Trophy”, di Corno di Rosazzo. Una cascata di
premi  per la sezione pattinaggio
codroipese classificatasi al primo posto con “No Limits” nella categoria Cats,
al 5° con le Farfalle e al 12° con i 
Delfini  “Until twenty”.
Palpabili le emozioni e la motivazione, 
percepite chiaramente nelle esibizioni 
degli oltre cinquanta atleti che 
hanno lasciato a bocca aperta il folto pubblico intervenuto al concorso
nazionale. Rendendo bene l’idea dell’energia, vitalità e gioia che il
pattinaggio su rotelle sa dare a chi lo pratica.
Iniziato alla grande, l’anno accademico sta proseguendo con
entusiasmo a mille e un carnet di progetti e partecipazione a concorsi anche
nazionali, che favoriranno il confronto con altre scuole e  la coesione del gruppo.

Inserita nella  Nuova
Polisportiva Codroipo, presieduta da Maurizio Chiarcossi,  già lo scorso anno aveva registrato un balzo
di qualità grazie al nuovo staff delle insegnanti Maura Marsetti, Arianna
Bracelli e Danila Trezza.  Il buon
livello raggiunto dagli atleti aveva già 
dato lustro allo spettacolo di fine anno che li ha visti impegnati con
grande responsabilità ed entusiasmo, uniti nella fatica e nella passione per
quest’arte che disciplina ed esalta il rapporto tra le persone e tempra nella
sfida con se stessi. Lo stile e la bravura dimostrati e convalidati dai
risultati ottenuti al concorso nazionale sono precursori di  futuri successi.    
Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag