FESTA DELLA DONNA 2017 con Abaco Viaggi – Ville Chiminelli e Corner

FESTA DELLA DONNA 2017 con Abaco Viaggi – Ville Chiminelli e Corner



12 marzo 2017: 32° edizione per me della Festa della Donna o, meglio, celebrazione della Donna. Dal 1985 ho avuto la fortuna di essere sempre presente e con un numero sempre nutrito di partecipanti, da Trieste a Belluno, con Abaco Viaggi.  Un pacifico e sorridente esercito di “eccellenze” come le ha definite il signor Baldino Chiminelli, proprietario di Villa Chiminelli di S. Andrea Oltre il Muson, frazione di Castelfranco Veneto.


Complice il sole e la giornata persino calda, le 160 donne hanno visitato due ville palladiane di tutto rispetto, pur non essendo nella rosa delle blasonate.

VILLA CHIMINELLI
con Baldino Chiminelli
E’
una villa veneta del tardo Cinquecento, tipico esempio della cosiddetta
“civiltà di villa” segue il classico schema delle ville veneziane
dell’epoca, con un ampio salone centrale, quattro stanze laterali e loggia
nell’ingresso a cui si accede da una breve scalinata ornata da statue
settecentesche che rappresentano le quattro stagioni. L’edificio è interamente
affrescato all’interno e all’esterno.
Un piccolo gioiello che insieme a Villa Maser e
Villa Emo costituisce un trittico per gli amanti del Veronese (Paolo Caliari,
detto il Veronese, è stato un pittore italiano rinascimentale della Repubblica
di Venezia. 1528-1588)
Costituiscono
la villa, oltre al piano nobile affrescato, anche un piano seminterrato ad uso
cantine, un piano ammezzato, le soffitte ed i locali della servitù. Una
cappella con altare di pregio infine è annessa alla villa e si affaccia sul
portico. All’esterno è presente un giardino all’italiana, chiuso da un muro
affrescato, decorato da una fontana centrale, numerose sculture in pietra e due
barchesse porticate su due piani.

 Castelfranco Veneto ci ha accolto e coccolato con la mostra dell’ Arte e Cioccolato, prima di partire per il ristorante Barbesin. Qui, eleganza e cordialità, cibo di classe e magia hanno reso la giornata speciale. 

 
Il Mago MIRCO ZULIAN e la sua assistente Giorgia  hanno fatto uno spettacolo coinvolgente come ci si aspetta da un famoso MAGO.Nel pomeriggio ecco un’altra Villa: Corner a Piombino Dese.

Il
monumento più importante di Piombino Dese è Villa Cornaro, patrimonio dell’umanità protetto dall’UNESCO.
Progettata dal Palladio nel 1552 e terminata alla fine del 1500  è il principale edificio del centro.
La
famiglia Corner è attestata a Piombino sin dal 1422, quando risulta
proprietaria di 310 campi trevigiani e di vari stabili annessi. Estinti i
Corner ai primi dell’Ottocento, la villa passò ad altre famiglie che
continuarono ad utilizzarla come residenza sino al 1951. Nel ventennio
successivo attraversò un periodo di grave decadenza, durante il quale fu
dapprima utilizzata come asilo parrocchiale e successivamente fu abbandonata.
Nel
1969 la villa è stata acquistata da Richard e Julia Rush di Greenwich che hanno
intrapreso un’importante opera di restauro. Dal 1989 è proprietà dei coniugi
Carl e Sally Gable di
Atlanta

Ed infine la degustazione a base di DOLCI da Fraccaro, a Castelfranco. Dolce accoglienza e spiegazione dei dolci realizzati con lievito madre. Garante di qualità e bontà.

Tanti sono stati gli ingredienti di una festa che richiama e soddisfa tante donne di diverse provenienze. Visite, spettacolo, buon cibo, sorprese, lotteria con viaggi in palio. 
Ma, soprattutto, la voglia e il piacere di stare insieme. a celebrare le “Eccellenze” dell’essere Donne nel 2017. 
Con l’arrivederci al 2018. sempre con Abaco Viaggi. 
E io spero di esserci. Naturalmente. 
Ecco la poesia – dono  

            PERCHE’ SONO UNA DONNA  

Un bambino chiese alla
mamma: «Perché piangi?».
«Perché sono una donna»
gli rispose.
«Non capisco» disse il
bambino.
 La mamma lo strinse a sé e gli disse: «E non
potrai mai capire…»
Più tardi il bambino
chiese al papà: «Perché la mamma piange?»
 «Tutte le donne piangono senza ragione», gli
rispose.
 Divenuto adulto, chiese a Dio: «Signore,
perché le donne piangono così facilmente?»
E Dio rispose:
«Quando l’ho creata, la
donna doveva essere speciale.
 Le ho dato delle spalle forti per portare i
pesi del mondo,
 e morbide per renderle confortevoli.
 Le ho dato la forza di donare la vita,
 quella di accettare il rifiuto che spesso le
viene dai  figli.
 Le ho dato la forza per permetterle di
continuare quando tutti gli altri abbandonano.
opera di Ennio Malisani
 Quella di farsi carico della sua famiglia
senza pensare alla malattia e alla fatica.
 Le ho dato la sensibilità di amare i suoi
figli di un amore incondizionato,
 anche quando essi la feriscono duramente.
 Le ho dato la forza di sopportare il marito
nelle sue debolezze
 e di stare al suo fianco senza cedere.
 E finalmente, le ho dato lacrime da versare
quando ne sente il bisogno.
 Vedi figlio mio, la bellezza di una donna
 non è nei vestiti che porta né nel suo viso o
nella sua capigliatura.
 La bellezza di una donna risiede nei suoi
occhi.
 Sono la porta d’entrata del suo cuore, la
porta dove risiede l’amore.
 Ed è spesso con le lacrime che vedi passare il
suo cuore».
Charles Robert Knight (Brooklyn, 21 ottobre 1874 – Manhattan, 15 aprile
1953)… artista statunitense




Perfino la LUNA ci seguiva con la sua luce e la sua pienezza sulla strada del ritorno. Una compagnia discreta, la sua, ma beneaugurante. Per siglare l’armonia di una giornata di serenità gioiosa.

Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag