CONCERTO di NATALE dei CARAMEL a Pramaggiore (VE) 18 dicembre 2016

CONCERTO di NATALE dei CARAMEL a Pramaggiore (VE) 18 dicembre 2016

Al palacubo  di Pramaggiore ho avuto la fortuna di partecipare alla
Festa della musica,  amicizia  e solidarietà voluta per il 20° anno dai
Caramel, gruppo storico che canta rigorosamente dal vivo.
In più, i
fondatori del gruppo Claudio e Max, insieme all’attuale formazione
composta da Enrico,  Manuela, Simone, Mattia e David, hanno voluto
proporre un “tuffo nel passato” invitando tutti coloro che hanno fatto
parte del gruppo, dall’inizio a oggi.
Ricordando Peter, scomparso da
vari anni, e Arianna, piccola amica che se n’è andata in cielo.
Spazio
alla musica dunque con gli attuali Caramel che cantano “nessuno ha mai
tempo x una carezza…
solo l’ amore guarisce, solo l’ amore ha una marcia in più… “in ricordo
di
Peter”  cantata da David  Martines , “questa brutta storia” cantata da 
Manuela Recchia. 
Poi, il primo ospite: Ulisse Tonon, in divisa come nei
primi anni 80, indossa la giacca di Peter.
 Le mani sapienti sulla
sua Roland … e riemergono i Pink  Floyd ” Shine on you crazy diamond”.

Miracolo della musica.

Le 
emozioni  ora potrebbero nutrire l’ universo. Il libro dei 20 anni di concerto Natale dei Caramel è alle
prime pagine.

Dopo Ulisse ecco i primi anni 90 e Gian Marco Orsini, che ha contribuito a scrivere le canzoni più conosciute,  tra cui  “Viene natale” e “Regina di notte”.  L’ispirazione gli era venuta una notte del 1989,  vedendo due fanciulle in un autogrill, mentre stava tornando da un concerto con Little 
Toni. “Guardavo i tuoi occhi,  sembravano soli… tu, regina di
notte”. 
Poi la trionfale entrata di un leader storico, cantante, compositore: Toni Sette che saluta così  ” Ciao ragazzi, la  Musica accomuna, tiene insieme, non
divide e di questo i potenti della terra dovrebbero tenere conto”.

In scena la mitica formazione:  Claudio, Toni, Doriano, Franco, Antonio, Marzia, Michele. 

Il pubblico esplode e accoglie i loro beniamini con grande entusiasmo. Cantano  “Apri tu il sipario” e “Angelina” splendida canzone  dedicata alla nonna di Toni, capace di mescolare il cuore, resuscitando  i Caramel che
ho amato.
                                
                         Con il cuore pulsante,  l’ anima dei Caramel è qui.

Le parole sono giuste, toccano le corde giuste, le
voci e la formazione  sono quelle del mito CARAMEL. 
Si ride sul.palco e poi canta  Michele Tarantino,  sfogliando l’
album dei ricordi.
Sono certa che solo la musica del cuore sia capace di incollare il tempo cucendo spietati calendari.

Ed ecco Toni canta ” Francesco… adesso voli più in alto,
un viaggio senza ritorno il cielo e la libertà” ed è  tripudio, il pubblico esulta.  

Poi 
Claudio Leorato canta “gente come me”  che tiene in pugno l ‘illusione,  e  ”
Angelo mio” dalle parole come stelle e non solo perché è Natale  ma perché
illuminano ogni strada, anche quella di fango.
Si
aggiunge Cristian Colusso, da vari anni con i Caramel controcorrente, e si va di cover: Anya dei Deep Purple mentre il video mostra chiome corvine e visi levigati che
hanno solo cambiato scorza ma non sostanza. 

Strumenti in volo
pindarici. 
In un crescendo spettante come fosse un uragano felice. 

E poi si sentono nell’aria i Santana  mentre Claudio prepara la chitarra adatta,  le congas e il
resto.   Gio Cocker  vuole  dimostrare che quando la musica
sceglie un corpo dove espandersi  e se ne impossessa fino alle ultima goccia
di sudore. 
“Do you need everybady”, gabbando  l’  anagrafe.
Anzi la voce migliora con l’ età.
Voci femminili e maschili, ancora sulla cresta dell’onda.
                                                  Semplicemente spettacolare.
                                                                 Tutto. 
Umanità
e musica all’unisono.
Ricamando con filo di seta l’ ombra della sera .
Che non fa
paura,  almeno  per oggi.  

Perchè sta in una grande storia viva e spumeggiante per tutti i protagonisti del concerto.

                                                            GRAZIE CARAMEL!

Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

Avatar

CARLO

HAI FATTO UN REPORTAGE BEN CONGENIATO

Rispondi

27 Dicembre 2016
Avatar

Pierina Gallina

mi fa piacere. grazie di averlo scritto

Rispondi

27 Dicembre 2016
Avatar

Anonimo

Grazie Pierina, non ti è sfuggito nulla. Sei grande e unica. Ciao.

Rispondi

27 Dicembre 2016
Avatar

Anonimo

scusa, sono Claudio Leorato.

Rispondi

27 Dicembre 2016
Avatar

Pierina Gallina

avete regalato due ore di assoluto benessere. come sempre Bravi

Rispondi

27 Dicembre 2016

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag