CODROIPO (UD) CONCERTO D’ORGANO e OTTONI in omaggio a GUSTAVO ZANIN, maestro organaro 4 febbraio 2018

CODROIPO (UD) CONCERTO D’ORGANO e OTTONI in omaggio a GUSTAVO ZANIN, maestro organaro 4 febbraio 2018

“In Chordis et Organo”presentato dall’organista Daniele Parussini,  ha voluto essere un omaggio al maestro Gustavo Zanin e alla sua famiglia che, da 190 anni, si dedica a una speciale forma di artigianato: costruire e riparare organi. Il Comune di Codroipo, rappresentato dall’assessore Dott. Tiziana Cividini, ha voluto caldamente questo concerto, ospitato nel Duomo di Codroipo.  
A partire dal capostipite Valentino, nel 1827, la famiglia Zanin  ha prodotto strumenti musicali che hanno fatto conoscere  Codroipo nel mondo. L’ultima produzione è quella di un organo a Vienna.  

Quante ore
di lavoro ci vogliono per la fusione del metallo per ogni singola canna,  per gli accordi  che devono risultare perfetti?  

Mons. Ivan Bettuzzi:  “Zanin, illustre componente, riceve l’omaggio della sua città, per l’altissima professionalità che ha dimostrato in tanti anni e ora l’ha trasferita ai figli.                                                                               

Quando l’artigianato si mescola al sentimento,
immancabilemente diventa arte
E l’organo è la sintesi dell’ orchestra, il suo compendio.  

 La Famiglia Zanin è presenza artigianale silenziosa e discreta nella comunità. Il suo volontariato silenzioso
esprime la melodia di cui l’organo è simbolo”.   
L’assessore Cividini :  “L’ Amministrazione di Codroipo ha
colto la volontà della comunità di omaggiare il maestro di vita Gustavo Zanin, sempre animato dalla  voglia
di  comunicare con modestia e umiltà la sua grande cultura e le sue emozioni. 

La storia dell’organo nasce nel terzo secolo a.C. Quindi è utilizzato da 2200 anni.  
La Ditta Zanin è dentro la storia da 190 anni. Esempio vincente di un artigianato di qualita, basato sulla cultura ed esperienza, pronta ad accogliere nuove
sfide.  

L’organo è
lo strumento d’eccellenza per avvicinare l’uomo a Dio
“.     
I protagonisti del concerto: Quintetto di Ottoni “Giles Farnaby Brass”  ( Lorenzo Merluzzi, Fabio Pellegrino, Armando Tion, Francesco Cossettini, Gianluca Degano) e M° Beppino Delle Vedove, organista. 

In brani di Monteverdi “Orfeo”,
Battle Suite di Scheidt,  Bach, Maurer, Verdi, Candotti, Haendel,
Guilmant e Campra, la staffetta tra la potenza degli ottoni e la
maestosita dell’organo  ha impreziosito il concerto, con l’insieme
solenne e potente del “Water Music” di Haendel,  “l’Ouverture e
Rigaudon”
nel finale dall’incredibile dialogo di note e fiati e voci di canne d’organo.

Gustavo Zanin, “eterno
fanciullo dalla chioma d’argento” ha portato il suo saluto ringraziando
il numeroso pubblico e i promotori dell’occasione musicale con l’augurio
che “ancora per tanti anni queste musiche con gli organi
Zanin
accompagnino i vostri momenti più felici”. 
Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

Avatar

annamaria Z

Grazie mille, Pierina. Brava…come sempre

Rispondi

4 Febbraio 2018

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag