CODROIPO (UD) CERIMONIA DI CONSEGNA DEL GAMMA FINDER DALL’ANDOS ALL’OSPEDALE DI SAN DANIELE 12 marzo 2019 - Pierina Gallina news

CODROIPO (UD) CERIMONIA DI CONSEGNA DEL GAMMA FINDER DALL’ANDOS ALL’OSPEDALE DI SAN DANIELE 12 marzo 2019

Il pacifico
esercito dell’ANDOS, Associazione donne operate al seno, ha compiuto un altro
miracolo di generosità. 

Mercatini su mercatini, anche cinque in un anno, aggiunti
a donazioni di privati hanno consentito di accumulare un tesoretto trasformatosi
in un regalo indispensabile all’oncologia dell’Ospedale di San Daniele. 
Si tratta
di un Gamma Finder ovvero una sonda senza fili per il reperimento del linfonodo
sentinella.

La cerimonia
di consegna è avvenuta nella sala
consiliare di Codroipo, alla presenza della
presidente Andos Nidia Dorio, del sindaco di Codroipo Fabio Marchetti, del
sindaco di San Daniele Pietro Valent, del Vicepresidente regionale Riccardo
Riccardi,
Marco Monai del Consiglio Amministrazione Asp. 
Coordinato da
Elisabetta Gregoratto, l’evento ha dato voce all’oncologo Enrico Vigevani che
ha definito il tumore al seno malattia curabile ma solo se diagnosticata in tempo,
alla radiologa Chiara Del Frate, che ha sottolineato l’importanza della
prevenzione, e del chirurgo Giuliana
Gentile
, che ha definito la sonda strumento fondamentale in chirurgia.

Il Gamma
Finder, infatti, strumento piccolo e maneggevole, consente il mappaggio intraoperatorio
del linfonodo sentinella.

Quando una
Associazione di volontariato aiuta il pubblico scatta la doverosa gratitudine,
espressa all’Andos dal sindaco Marchetti e dal Vicegovernatore regionale  Riccardi.
 
“L’alleanza fra San Daniele del Friuli e
Codroipo
è storica e funziona e non sarà messa in discussione.
I professionisti sono il nostro patrimonio insostituibile così come l’associazionismo
in Friuli. L’Andos  è un valido esempio
di forte sensibilità sociale, in grado di sopperire dove il pubblico, da solo,
non riesce”.

 Se il tumore
al seno colpisce una donna su otto, è altrettanto vero che è guaribile nell’87
per cento dei casi. Un segnale di speranza che si concretizza in “ Si può
guarire e vivere bene anche dopo la diagnosi di cancro alla mammella”.

                                                                                                         

Condividi

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag