ASTI e le LANGHE – 1-2 aprile 2018 con Abaco Viaggi

ASTI e le LANGHE – 1-2 aprile 2018 con Abaco Viaggi

Pasqua 2018 nelle Langhe in Piemonte,  baciati dal sole e da un cielo intarsiato di pizzi a forma di nuvole. 
Ad accogliere il nostro gruppo di viaggiatori friulani e veneti è stata la città di Asti, dalla parola
indo europea che vuol dire pecore, colonia romana 
prima di Alba  e Torino.  Asti, nel medioevo, era  fiorente e ricca per
l’attività usuraia o Banco dei pegni. Fu una delle prime città ad avere
la patente di libero
comune. Ogni famiglia aveva la sua torre che, in totale, erano 160.
E’ la capitale dello spumante Asti doc. La
Cattedrale, una delle più
grandi del Piemonte, contiene tanti tesoretti, affreschi che
assomigliano ad arazzi di
colori eleganti e tenui, il gruppo statuario in legno del 500,  come nei

sacri Monti. 

La Collegiata di San Secondo è una chiesa gotica tra le più antiche di Asti. 
Con l’adiacente sede comunale e prospiciente alla piazza omonima, costituisce il cuore della città. Dedicata a San Secondo, patrono della città, secondo la tradizione è sorta sul luogo del suo martirio e sepoltura.
La chiesa ha pianta longitudinale, suddivisa in tre navate irregolari,
di cui la centrale è la maggiore. La navata centrale termina con un’abside
pentagonale.
La navata sinistra termina con un’abside piatta, mentre la destra è
circolare. La facciata, con la tipica impostazione romanica a capanna
suddivisa in tre parti, presenta al centro un rosone in laterizio con elementi rinascimentali. Le porte laterali sono cinquecentesche, il portone centrale è settecentesco.

Le Langhe, Alba, Grinzane Cavour , con il castello posizionato su una collina come tanti altri nei borghi delle Langhe. Offre dal suo giardino un panorama a perdita d’occhio. Qui visse Camillo benso Conte di Cavour per 17 anni.
E poi la graziosa città di Alba è indubbiamente la città più rappresentativa della provincia di Cuneo, perla dello straordinario comprensorio delle Langhe. 
Per la sua storia e la sua economia, uno dei fiori all’occhiello della provincia di Cuneo e di tutto il Piemonte.
La città fa parte dell’incantevole comprensorio

delle Langhe,
la storica regione piemontese a cavallo tra le province di Asti e di
Cuneo inclusa nel 2014 insieme a Roero e Monferrato nella lista UNESCO dei beni Patrimonio
dell’Umanità.
 
Alba è patria
del tartufo e della Ferrero, azienda familiare che ha fatto tutto per
la sua città e il Signor Ferrero è stato amato tanto. La Cattedrale di San Lorenzo è
sicuramente tra gli edifici più importanti della città. F
u
costruita tra il 1486 e il 1517 per volontà del vescovo di Alba Andrea
Novelli. Nel corso dei secoli è stata oggetto di diverse
ristrutturazioni fino al 2009 quando fu realizzato il nuovo presbiterio.
L’imponente edificio religioso è in stile gotico ed è costruito in
caratteristici mattoncini rossi. L’interno, diviso in tre navate, è
invece caratterizzato da splendidi colori che vanno dal blu all’oro, dal
beige al marrone.

E poi ci sono le strade nelle Langhe dove lo sguardo si perde e vede oltre. Le Langhe sono una regione famosa in tutto il mondo, non solo per la ricchezza delletradizioni e delle produzioni tipiche, ma anche per i paesaggi collinari, a metà strada tra le Alpi e il mare.Colline immortalate e rese celebri dalle pagine d i Pavese e Fenoglio, nonché patria del vino,dei tartufi, dei formaggi e della nocciola, solo per citare alcune tra le tante prelibatezze diquesta terra. La Morra, Barolo, Grinzane Cavour, Alba, Canelli, Santo Stefano Belbo, Dogliani, San

Donato di Mango e molti altri, sono i borghi suggestivi di un luogo imperdibile.Il primo prodotto che viene associato a queste zone è sicuramente il vino. La coltivazione della vite risale a tempi immemorabili e le qualità dei suoi prodotti sono riconosciute da sempre, a livello mondiale.
Terra da scoprire, assaporare, gustare.  Terra genuina, amata, apprezzata nel mondo. Terra di casa nostra, della nostra bella Italia.
Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag