Camino al T (Ud) Presentazione Premio “Premio Marinig” 7° edizione 2 giugno 2011

Camino al T (Ud)    Presentazione Premio “Premio Marinig”   7° edizione                         2 giugno 2011

Camino al T (Ud) Presentazione Premio “Premio Marinig” 7° edizione 2 giugno 2011

Per il settimo anno il premio Marinig trova vita per volontà del “Cjavedal” e di tutti coloro che hanno nel cuore la filosofia e la persona che è stata e continuerà ad essere e rappresentare PRIMO MARINIG.
L’obiettivo del Premio è continuare a tener alta la soglia di attenzione verso Camino e il suo ambiente, verso il versante giovanile e culturale, in ogni forma si presenti. Così come avrebbe voluto Primo, il cui ricordo è indelebile per i tanti amici ed estimatori che hanno piacere di rincontrarsi in occasione del premio.
La Segreteria del Premio “Primo Marinig” promosso dal COMITATO “IL CJAVEDAL” ha definito i criteri da adottare per la valutazione delle opere ammesse al concorso, il cui tema era: “LE PAROLE PRENDONO FORMA”. Dalle parole della poesia “Paesaggio nieviano” scritta da Primo, all’interpretazione pittorica:

ACQUA LIMPIDA… SOTTO LA PIGRA CAREZZA DEI SALICI…E VOLI DI FOLAGHE SUL VECCHIO MULINO… CHE HA CESPI D’ERBA VERDE…TRA LE PALE CORROSE. QUI GIOCANO ANCORA I RAGAZZI…SUL PONTICELLO DI LEGNO…DOVE ANCORA SI AVVERTE…IL TUO GIOVANE VOLTO…PENSOSO…IPPOLITO…E SORRIDE.

PAOLO MAURENSIG, scrittore, è il Presidente della Giuria, i cui membri sono: MARCO CODOGNOTTO, gallerista – ENNIO MALISAN, pittore – ANDREA DALLA COSTA, artista, – SERENA BAGNAROL, storica dell’arte – SONIA SQUILLACI, pittrice.
Dopo l’attento esame dei risultati della votazione, sono risultati meritevoli di ATTESTATO DI SEGNALAZIONE gli artisti: MONICA CECCHIN con l’opera ECHI DAL PASSATO; JOZEF DENDIS con l’opera ACQUA: DONO DI DIO; PIETRO TOSO, con l’opera POMERIGGIO AL MULINO
I vincitori: 2° premio ex-equo : VANILA MORASSUTTO con l’opera “AGHIS”.
Motivazione: “ La tavolozza è decisa, caratterizzata sul monotono, ulteriormente sottolineato dalla composizione lineare e pulita, con la quale l’artista ha dato rilievo con poco colore complementare. Invitati a guardare, il soggetto è rappresentato in maniera severa all’orizzonte, lasciando libero l’animo di cercare oltre… più oltre… più oltre”

2° premio ex-equo: MARIO ZOCCOLAN con l’opera “ACQUA DEL MIO PAESE, INQUINAMENTO”
Motivazione: “ Dipinto di impatto forte, evidenzia la volontà di emanare emozione in una raffigurazione semplificata in cui la profondità del colore è protagonista, così come la gestualità e la potenza del colore. L’analisi comincia dal titolo, quasi un augurio al buon fato; i colori sono semplici, come vero valore della composizione, e sono gli stessi colori a creare crepuscolari forme, che ci accompagnano nella reinterpretazione del paesaggio Nieviano. L’urgenza pittorica con cui sono stati rappresentati i riflessi acquatici, ci impongono il ricordo metaforico alla riflessione continua che il poeta Marinig affrontò per tutta la sua vita”
1° PREMIO
Con giudizio unanime, la giuria assegna il Premio Marinig all’opera “ CORCILLUM EST QUOD HOMINES FACIT (è il cuore che fa l’uomo)” di VERA DE TINA.
MOTIVAZIONE: “ Per aver colto, con dinamismo e sicurezza, il valore poetico all’interno di un contesto territoriale e culturale ben connotato. La scelta del supporto ligneo e la preparazione dello stesso ne hanno enfatizzato la maniera, il tratto e la composizione, lasciata ulteriormente libera dall’assenza di cornice. Se la poesia è l’arte cui ambire per la libertà espressiva, il canovaccio è sicuramente la forma più genuina per un’espressione figurativa libera. Da parte dell’artista, il connubio cercato ha trovato un’altra Alta interpretazione al tema, al soggetto e al poeta” .

Un premio speciale è riconosciuto alla SCUOLA PRIMARIA di CAMINO, la cui portavoce è l’insegnante Lucia Pozzo
tutti i premiati

scuola primaria Camino
con Bruna Marinig
Roberto Marinig premia
Andrea Dalla Costa

tramonto a Camino

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

Condividi
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag