15 agosto 2011: Auronzo, Misurina, 3 Cime Lavaredo e Cortina. Incontro con Marina Ripa di Meana

15 agosto 2011: Auronzo, Misurina, 3 Cime Lavaredo e Cortina. Incontro con Marina Ripa di Meana

Auronzo ci ha accolto sotto le ire di Giove Pluvio ma una foto alla diga con i leoni di San Marco e al Lago ce l’ha lasciata fare!



A Misurina il diluvio non ha concesso scampo e così pure alle tre Cime, patrimonio mondiale Unesco. Ma con un gruppetto di coraggiose e Michele sono riuscita ad arrivare alla chiesetta dedicata a Maria Ausiliatrice. Una fitta nebbia ed una pioggia battente non ha scoraggiato l’impavida escursione mentre il resto del gruppo aspettava al Rifugio, ammirando il panorama dalla grande vetrata.







Poi, verso Cortina, un raggio di sole ha cambiato l’atmosfera fino a farla diventare estiva.

Nella località più sciccosa delle Dolomiti, in Corso Italia, ho ammirato il Bosco incantato di Angiola Tremonti (scrittrice, artista e sorella del Ministro) abitato da donne-albero chiamate Mabille.

Sono sculture in resina alte tre metri, con rami al posto delle mani, pelle con nodi di corteccia, radici invece di piedi. Con le braccia sollevate al cielo, sembrano disperarsi per la loro condizione. A Cortina il 15 agosto è la festa della donna e ancora donne, ma in carne ed ossa, nella mostra del fotografo Giulio Malfer: ritratti delle abitanti di Cortina, dalla più anziana alla più giovane, esposti in un percorso a cielo aperto.

Ho assistito all’incontro con Marina Ripa di Meana, che ha presentato il suo ultimo libro “Virginia Agnelli madre e farfalla” (Minerva Edizioni), al Palazzo delle Poste, nell’ambito della quarta edizione della rassegna Una Montagna Di Libri.













Il volume, che ho comprato e mi prefiggo di leggere, è stato scritto a quattro mani con Gabriella Mecucci, ed è stato recentemente aggiornato per realizzarne una nuova edizione. Il libro è riuscito a vendere migliaia di copie e ha sollevato un dibattito sul ruolo storico della famiglia Agnelli.

L’incontro si è svolto in forma di conversazione tra Marina e Carlo Ripa di Meana, una delle coppie più presenti a Cortina, città che frequentano da molti anni.

Di cosa parla il libro?

Di Virginia Bourbon Del Monte Agnelli, madre di Gianni, Susanna e altri cinque figli. La sua vita è stata drammatica e quasi scandalosa per gli anni in cui è vissuta. Bella, trasgressiva e intelligente, Virginia è una figura la cui biografia è stata quasi nascosta per molti anni. Rimasta vedova del marito Edoardo a 35 anni, la donna si innamorò dopo pochi mesi di Curzio Malaparte. La reazione della famiglia, specialmente del suocero Giovanni Agnelli, all’epoca senatore, fu molto dura: Virginia perse la patria potestà a causa di un’ordinanza che la definiva una pubblica peccatrice e permetteva alla polizia di toglierle i sette figli.

Virginia era una madre affettuosa e con grande tenacia riuscì a riprendere i sette figli, anche grazie all’aiuto di Mussolini.

Il legame con i figli fu molto forte e ha contribuito a plasmarne il carattere e la determinazione che saranno cruciali nell’ascesa della famiglia Agnelli.

Marina Ripa di Meana è autrice di diversi volumi, scritti a partire dal 1984: I miei primi quarant’anni, La più bella del reame, Vizi, veleni e velette, Tramonto rosso sangue, Cara Paola, sorella mia o i più recenti Cocaina a Colazione, Lettere a Marina e Roma al Rogo. Nel 2012 dovrebbe essere pubblicato un suo nuovo libro intitolato “I miei primi settant’anni”.

Condividi
Tags:
pierina gallina

pierina gallina

Ho un nome e un cognome che non si dimenticano. Sono appassionata di scrittura, poesia, viaggi, libri e persone, in particolare bambini e saggi. Ho pubblicato cinque libri e sono una felice nonna di 7 nipoti, da 6 a 18 anni, mamma di tre splendide ragazze, e moglie di un solo marito da quasi 50 anni. Una vita da maestra e giornalista, sono attratta dalla felicità e dalla medianità, dallo studio della musica e degli angeli. Vi racconto di libri, bambini, nonni, viaggi, e del mio Friuli di mezzo, dove sono nata e sto di casa, con i suoi eventi e i suoi personaggi. Io continuo a scrivere perchè mi piace troppo. Spero di incontrarti tra i fatti e le parole. A rileggerci allora...

YOU MIGHT ALSO LIKE

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti
Archivi
Categorie
Tag